1989: anno di rivoluzioni

casone 1986  Nella primavera del 1986 abbiamo ristrutturato il casone pensando alla possibilità di trasformare i sogni in realtà: creare un’impresa verde nella quale la famiglia delle api e le famiglia degli uomini si sostenessero a vicenda.

Tre anni dopo le api entrano ufficialmente a far parte della vita familiare. Il geometra Lombardi, da poco diventato libero professionista e papà per la seconda volta, lascia l’ufficio (con un certo sconcerto di parenti, amici e conoscenti) per diventare un contadino come i suoi nonni.promo 1991

Produrre cibo per la propria famiglia e per gli altri ricorrendo solo alle proprie forze e alla conoscenza della natura nobilita la fatica spesa. La soddisfazione del lavoro svolto addolcisce la stanchezza quando a fine giornata si apprezza appieno il meritato riposo.

Due anni dopo anche la moglie Loredana lascia la drogheria dove aveva lavorato per venti anni e porta nell’impresa familiare la grande esperienza nel seguire la clientela e realizzare confezioni regalo.

La rivoluzione familiare è compiuta.

«Fra tutte le occupazioni, da cui si può trarre qualche profitto, la più nobile, la più feconda, la più dilettevole, la più degna di un vero uomo e di un libero cittadino è l'agricoltura».   (Cicerone, Sui doveri)

«Se si escludono istanti prodigiosi e singoli che il destino ci può donare, l'amare il proprio lavoro (che purtroppo è privilegio di pochi) costituisce la migliore approssimazione concreta alla felicità sulla terra: ma questa è una verità che non molti conoscono».   (Primo Levi, La chiave a stella)