Zona di Produzione: l’Italia

Montagna castagno  Dal 1991 abbiamo fatto un vero e proprio giro d’Italia toccando quasi tutte le regioni e individuando località incredibilmente belle dove regna la natura e dove l’agricoltura è condotta nel rispetto delle api.

L’apicoltura nomade contribuisce all’ecologia dell’ambiente e all’economia agricola di queste zone senza ricevere in genere alcun riconoscimento e risultando spesso sconosciuta agli abitanti.

Avogadro

Le nostre api hanno pascolato in Umbria sul Lago Trasimeno, in Toscana (in Val di Chiana, sui monti del Mugello, a Marradi e Palazzuolo, in Maremma e sul promontorio dell’Argentario), in Piemonte (nelle colline di Biella, Asti e Alessandria), in Lombardia (nei boschi di Como), in Basilicata negli agrumeti e nella macchia mediterranea della riviera ionica, in Veneto, in Emilia e in Trentino (nei frutteti di Verona, Ferrara, Vignola, in Valsugana e in Val di Non), sulle colline e montagne (a Brisighella, Casola Valsenio, Modigliana, Tredozio e Riolo Terme) e nelle pianure (Ravenna, Forlì, Cesena, Alfonsine e Castel Bolognese) della Romagna.

Siamo veri e propri pastori di api che ancora praticano la transumanza stagionale!

 

 

 

 

 

 

 

 
Apicoltura Lombardi società agricola è beneficiaria di contributi del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR) Reg. (UE) n. 1306/2013 PSR 2014-2020: Misura 4, tipo di operazione 4.1.02 "INVESTIMENTI IN AZIENDE AGRICOLE PER GIOVANI AGRICOLTORI BENEFICIARI DI PREMIO DI PRIMO INSEDIAMENTO/AMMODERNAMENTO DI AZIENDE AGRICOLE DI GIOVANI AGRICOLTORI" (importo del sostegno ricevuto dall'Unione Europea: 88000 €) e Misura 21, tipo operazione 21.1.01 "SOSTEGNO A FAVORE DI AGRICOLTORI COLPITI DALLA EMERGENZA COVID-19" (importo del sostegno ricevuto dall'Unione Europea: 2000 €); per maggiori informazioni clicca sul logo del PSR qui sopra