Api e Miele nello Spazio

shuttle bees   Le api sono fra gli animali portati nello spazio dalla NASA durante le missioni dello Space Shuttle per vedere come le loro colonie si comportassero nella microgravità.

Lo Space Shuttle può essere considerato il più grande e costoso veicolo per il trasporto di api. Negli anni '80 la NASA praticò del nomadismo estremo portando una colonia nel luogo più lontano mai visitato dalle api: un'orbita dove, in assenza di fioriture, le api hanno dato il loro contributo di astronaute per farci capire meglio la loro interessantissima biologia.

Nel Marzo 1982 la missione STS-3 ospitò a bortdo dello Space Shuttle Columbia 14 api adulte collocate in una scatola per il volo degli insetti. L’obiettivo dell’esperimento era osservare e comparare il volo delle api in condizioni di microgravità. Le api, dopo qualche tentativo di volare e di arrampicarsi alle pareti della scatola, fluttuarono senza battere le ali.NASA beesspace bees



 

 

 

 

 

Nell’Aprile 1984 la missione STS-41C ospitò a bordo dello Space Shuttle Challenger circa 3300 api collocate in una scatola appositamente disegnata per essere accolta da un modulo del ponte centrale. Durante la missione si studiò la costruzione del favo in microgravità: dopo qualche aggiustamento le api riuscirono nell’impresa. In questo filmato al minuto 8:00 l’astronauta Francis Richard "Dick" Scobee ricorda che si divertivano ad osservare le api al lavoro un paio di volte al giorno (controllando che nessuna fosse fuggita). Scobee morirà il 28 Gennaio 1986 nella tragedia in diretta del Challenger che era stato chiamato a pilotare.

Il video originale NASA, al minuto 8 l'apicoltura spaziale: https://youtu.be/BETwxIOUtAc

miele VittoriIl miele, ed in particolare un miele italiano di eucalipto prodotto nel Lazio, ha dato gusto e sapore di casa addolcendo un pasto dell'astronauta Roberto Vittori sulla Stazione Spaziale Internazionale ISS. Questo esperimento, svolto nell'Aprile 2005 e parte della missione russo-europea Eneide, proponeva la valutazione degli alimenti di qualità da utilizzare nelle razioni degi astronauti ed è stata una delle più straordinarie operazioni di promozione di alimenti tipici e tradizionali.

Vittori ha valutato se il vassoio riusciva a mantenere le proprietà organolettiche di questi prodotti e se consistenza e quantità erano adatte a garantire il benessere psicologico dei cosmonauti con il cibo, un elemento di conforto psicologico, soprattutto in condizioni di stress che potrebbe entrare ufficialmente nella dieta dei cosmonauti.

Un astronauta gioca col miele in microgravità sulla ISS: https://youtu.be/-t7B4Px23kI